PER SEMPRE SCARDOLE

C'era una volta......si potrebbe iniziare così, quasi come una favola questo racconto, perchè di una bella favola tutto quello che è accaduto in questi anni, ne riempirebbe certamente migliaia di pagine, con i suoi personaggi......i suoi aneddoti......con le sue storie......circondato sempre da quel calore che accomuna le persone e che certo non potrà mai cancellare quei ricordi che piacevolmente sono impressi nelle nostre menti.

Ora noi cercheremo con l'aiuto delle memorie non ancora assopite, di ricordare la favola di questi anni trascorsi tra amici sulle rive di Fiumi, Laghi e Torrenti e ricordati tra scherzi e battute, quasi volendo per un attimo rianimare tutti quelli che hanno indossato con orgoglio i colori gialloblu' ricordandogli che resteranno

                                           PER SEMPRE SCARDOLE

Siamo nell'estate 1981 un gruppo di amici amanti della pesca, dopo aver sempre piu' parlato che pescato, decidono di fare una gita sui Laghi di Mantova, dove da sempre il pesce ha riempito i cestini anche a chi di pesca non ne era certamente un campione, così con poche canne e molta allegria, questa giornata si è trasformata in una di quelle giornate storiche che infiammano gli animi, quasi fosse passata la mana di Dio per la moltiplicazione dei pesci, e che fanno nascere nei piu' intraprendenti la volonta di estendere questa loro felicità ad altri amici, ripetendo questa loro esperienza, su altri Laghi e Fiumi, ritrovandosi poi immancabilmente intorno ad un tavolino di un bar per confrontarsi, rivivere con le parole quei momenti felici, ingigantire......come sempre è successo le dimensioni delle proprie prede e le quantità del pescato,  smentiti subito da altri che per dimensioni e quantità avevano sempre preso prede piu' grosse.

E'chiaro che in questi casi si dice, l' appetito vien mangiando, così oltre al confronto verbale nacque la voglia di confrontarsi anche in qualche competizione, così da poter non solo con le parole ma coi fatti, dimostrare le proprie capacità di veri pescatori e per fare questo non bisognava altro che iscriversi alla F.I.P.S. e fondare una società, così nei primi giorni del 1982 nacque la:

 

SOCIETA' PESCA SPORTIVA SCARDOLISTI

Nome Scardolisti che richiama il classico pesce d'acqua dolce Scardola, un pesce che i nostri amici pescavano spesso, anche perchè allora i nostri Laghi ne erano pieni, un pesce che vive in branchi molto numerosi, (Ròss) che simboleggia anche l'unione, la volontà di formare un unico branco, una vera amicizia.

Malvestiti Fiorenzo fu il primo Presidente della S.P.S. Scardolisti, il primo che per volontà e intraprendenza si caricò sulle spalle, circondato da altri volonterosi amici, la conduzione di questi primi passi, costituendo un consiglio direttivo e tutte le cariche interne, Vicepresidente, Segretario, ecc. ecc......

Naturalmente tutti,non vedevano l'ora di cimentarsi sulle rive di un Lago, così il 14 Febbraio 1982 presso il Lago Doneda si svolse il primo Trofeo Scardolisti con la partecipazione di 30 concorrenti.

Naturalmente, questa prima gara, riempì tutte le giornate e le serate trascorse sui tavolini del BAR COMMERCIO che divento' anche prima sede Sociale.

Da ROSI così veniva chiamato normalmente, iniziarono i primi discorsi, i primi progrmmi per nuove avventure e gare come dimostra il primo documento ufficiale F.I.P.S. datato 21-03-1982 con la partecipazione anche di alcuni Pierini.

Non poteva mancare la lotteria con ottimi premi, per poter rendere così ancora piu' interessante la partecipazione alla gara.

I PRESIDENTI  DAL  AL
MALVESTITI FIORENZO 1982 1983
MORA ANGELO 1984 1985
BRAVI ANTONIO 1986 1995
ADAMI ENRICO 1996 1999
ZANETTI IVANO 2000 2001
ADAMI ENRICO 2002     ?

Certo, i Presidenti di una Società sono importanti, ma come sempre ci sono dei personaggi, delle figure carismatiche che nell'ombra lavorano incessantemente che con la loro passione, consolidano, smussano angoli, risolvono problemi e fanno si che la Società continui sempre nel suo cammino.

Con questa premessa, non si può certo non citare una persona che fin dal primo giorno ha affiancato tutti i Presidenti, ne è stato la loro ombra e con pazienza ne ha sopportato pregi e difetti, stiamo parlando di...

                                                G.PIERO SOLDI.....

Per tutti Pierì... l'unico nel accettare da sempre il difficile compito di segretario, di cassiere, manovrando carte e cartaccie, conti correnti, bollette della luce e altre scartoffie, che tutti sfuggivano e sfuggono perchè sono un gran rompimento di c........... Lui invece, con la sua pazienza, il suo buonumore è riuscito in questi anni a scoprirne tutti i segreti e anche se piu' volte lo abbiamo sentito dire" ADES BASTA AL VEGNE ERGU DOTER, ME GA LA Fò PIò" poi alla fine è sempre Lui che continua il suo lavoro...Grazie Pierì.. un grazie da tutti noi.

Altri e numerosi amici si sono susseguiti in questi anni, citarne i nomi penso si farebbe certamente torto ad altri, e sicuramente questo nessuno di noi lo vorrebbe, anche perchè tutti un qualche cosa di loro hanno lasciato, ma una cosa che ricorderemo sempre sono i soprannomi...o modi di dire che hanno etichettato i vari.....

Patu'  Tamao  Scheggia  Pierì  Fulmen  Buitre  Pocio  Pocianga  Ol Prufesur  Brusa  Zio Zeb  Lee Van Clif  1 Kg e 8 eti  Sfranzai  Segugio(Saus)  Cia cia  Pinotera  Livido  Cip e Ciop  Ciclistì  Gran premio  Setol  Setoi  Dim i trote  Ol Sindec  Raviolo  Niples  Masader  Brea  Verem  Beccaccino  La me murusa....

Si susseguirono gare su gare con classifiche sempre piu' importanti, ma ancora piu' importante era per tutti noi, pescare e mettere nel cestino con orgoglio tante trote.

Vanno citate poi le numerose e svariate partecipazioni alle "Qualificazioni del Campionato Italiano e Campionato Lombardo"-sia Trota Lago che al Colpo A.I.- da parte di molti Soci.

Una citazione di merito, penso la si debba fare alla SQUADRA che piu' di ogni altra ha meritato Vittorie - Trofei - Coppe - su tutti i campi di gara Italiani

BERTULETTI SERAFINO   BRAVI ANTONIO

MALVESTITI WALTER      RIVELLINI GIUSEPPE

 

 

                                                                                                           Enrico Adami